Lui……

…..ovvero il bipede marito.

IMG_0528Lui, il manager nella vita reale, ma principe nello spirito.

Noto sin dal momento dell’incontro il suo gusto per il bello, il relax e il pigramento (detto “polleggio”), è un po’ invecchiato, ma sempre principe dentro è restato. La vita con la sottoscritta, sempre attiva e nervosina, lo ha portato ad un certo attivismo e al superamento (in parte) di alcune doti legate al bel far niente.

E ora, per scaricare le tensioni da super manager e avere la giusta scusa per non aiutare nelle varie e noiose attività casalinghe , si è buttato nel mondo “ciclistico”, o meglio si è regalato (per metà,l’altra metà è il mio regalo per il 19 anni che mi sopporta) una fantastica bici….. che sia un nuovo inizio “attivo”.?!

Morale …pedale che ti passa….ma cosa passa?!

Annunci

I vantaggi….

…..dell’ufficio quasi vuoto.

IMG_0020Il rientro in ufficio (ormai la scorsa settimana) ha qualche inaspettato aspetto positivo.

Pochi colleghi presenti (e assenti sono quelli diversamente “gentili e simpatici”), ha consentito uno scambio più umano.

“Vuoi un cioccolatino?””Beh oggi possiamo fare due chiacchiere””Dai ridiamoci su””Bello avere una collega sorridente” “certo che avere figli adolescenti non è facile”….

Così ho avuto l’occasione di conoscere un pochino di più alcuni e soprattutto di scoprirne i lati piacevoli, assaporando lati che non erano emersi.

In un ambiente dove c’è sintonia, senza invidie, curiosoni e pettegoloni si lavora meglio e si è più produttivi….ma purtroppo come spesso accade per le cose belle….durano poco, da lunedì ci saranno tutti, i belli e i brutti!

 

Il futuro e…

IMG_5926 - Versione 2….i tanti dubbi della bipede adolescente.

La bipede figlia adolescente ha fatto una chiacchierata con un amico (mio dai tempi dell’università) ora pro-rettore all’Università Bocconi per avere qualche info aggiornata (dato che noi genitori abbiamo finito …pochi anni fa.. 😦 ) sull’Università.

“Farò solo la 4 liceo devo già pensarci?”

“Le selezioni iniziano sempre prima, avere già qualche idea aiuta a pianificare meglio il futuro”

“Ma io non ho idea di cosa siano le materie e non so nemmeno cosa fare della mia vita”

“Ideale è farsi una idea del bello e del brutto dei vari lavori, pensando alle proprie doti” “L’università è sempre più competitiva anche se interessante! E l’ambiente è determinante per studiare al meglio”

“Sono sempre più convinta che scegliere, lavorare, crescere sia proprio difficile e poi la mamma dice sempre che purtroppo le capacità e la professionalità non bastano, quindi mi sembra una corsa in salita senza mai una pausa, Uffi!”

………Benvenuta tesoro nella difficile realtà di quella che si chiama vita! 

Comunicazione di servizio

Da circa 20 minuti non riesco più a rispondere ai commenti arrivati sul post dei calzini…chiedo scusa e che dire…che sia la maledizione dei bipedi disordinati che mi ha colpito!!?? Grazie per la comprensione e in grigio tra i calzini e in bianco tra i bianchi….siamo proprio in tanti…TANTE!

Ancora scusa e buon weekend!

Non mi piacciono i peli..

…in generale e neppure quelli dei quadrupedi in giro per casa! Infatti qudrupede gatto è a pelo corto e fa la muta 1 volta all’anno (ma piuttosto contenuta). Quadrupede cane per ora perde pochissimo pelo e spero continui così! Quanto alle bipedi femmine ricorriamo a soluzioni varie: estetista,  silkepil etc..per un risultato sempre impeccabile.

Del resto quei pelli della bella Roberts sotto le ascelle erano disgutosi.

Detto questo l’uomo glabro non mi  piace, che sarebbe un bipede uomo senza peli (beh il troppo storierebbe ovvio). E poi non ditemi che di questo bipede qui raffigurato è l’assenza di peli che colpisce!

 

E iniziamo la settimana in allegria!!!!!

Un mondo più gentile…ci si può credere?

GENTLETUDE...sembra il titolo di un libro o meglio l’idea che vorremmo che si realizzasse!!! Gentletude esiste ed è un progetto nel quale ha creduto una mia amica svizzera: Cristina Milani. Poco più di un anno fa era una scommessa ora è una certezza: iniziative, attività, progetti per un mondo più gentile! Un grande successo…..per essere più gentili!!!Vale la pena farci un giro: http://www.gentletude.com/

 

Two nominations in one day!

Today is one of my big days … I was nominated to have the award one lovely blog award !!

Big thank you to fiammisday http://fiammisday.wordpress.com and to http://suavesolidade.wordpress.com for nominating me I really appreciated it.

Mi sembra brutto nominare altri 15 perchè non sono in grado di fare una scelta e non avrei motivazioni valide, i blog che seguo mi piacciono tutti e mi tengono compagnia!

Quindi un ringraziamento di cuore a chi mi ha nominato con l’impegno di continuare a seguirle in questa avventura!!!

Grazie

Is it true?

Mi ricordo una gran confusione che accompagna i miei gesti nel vestirmi, come la polvere quando si rotola sul pavimento aggrovigliandosi. Provo i due vestiti che avevo pensato di indossare, poi opto per quello più sobrio, colorato ma su fondo bianco, con uno scollo sul seno, ma solo per far intravvedere… Mi trucco con cura, faccio attenzione ai minimi particolari: occhi, ombretto, sopracciglia, mi metto il profumo. Indosso un paio di scarpe eleganti, con il tacco e guardandomi allo specchio sono piuttosto soddisfatta del mio aspetto.

Salgo in macchina con calma, una tranquillità solo apparente, guardo lo scorrere dei minuti nell’orologio sul cruscotto, non voglio essere in anticipo, ad un tratto  comincio a sentire il cuore battere forte, guardo fuori dal finestrino e vedo  nuvole grigie e nere che mi accompagnano. Vedo la tua macchina all’incrocio. Sei lì fermo ad aspettarmi

Ti seguo, piano, fino ad arrivare, poche centinaia di metri dopo, al tuo cancello. In silenzio entriamo, osservo i pavimenti, le pareti, i quadri, il tavolo e la precisione con la quale, sul tavolo della cucina, trovano posto alcuni piccoli oggetti.

Il divano bianco e la luce al lead nell’angolo rendono morbidi i contorni dei pochi mobili chiari che arredano il salone e portano alla scala con i gradini in legno scuro rotondi e morbidi.

Mi accompagni su quel letto che mi sembra grandissimo, le pareti arancioni e il camino rendono tutto come se stessi guardando con occhiali che deformano la realtà.  La musica di sottofondo mi fa compagnia.

Ho la gola secca, bevo l’acqua che mi hai lasciato prima di rispondere, ma non riesco a deglutire, mi sembra di avere un pezzo di pane in gola che blocca il passaggio. Guardo il vetro del camino, perfettamente pulito, e non mi sembra possibile di essere lì seduta.  Accavallo le gambe e resto ferma, immobile come se mi stessi guardando dall’esterno. I minuti al telefono sembrano ore e ad un tratto mi chiedo “cosa sto facendo qui”.

Ed ecco che, dopo aver salutato il collega al telefono, arrivi con un vassoio, lindo, trasparente, senza nemmeno una ditata e con ciotole e bicchieri posti in una simmetria perfetta.

La cioccolata fatta con le tue mani  è guarnita con mandorle poste al centro della ciotola fredda, al punto giusto. Il cucchiaino è infilato con precisione sotto la mandorla, un vero invito ad assaggiare. Con piccoli gesti decisi, versi il vino e brindiamo senza sapere bene a cosa. Io osservo le tue mani, forti, corte , curate e poco dopo le sento vicino alle mie. Percepisco il calore, il desiderio e il piacere.  Parole e domande escono continuamente dalla tua bocca, parole, domande, domande, parole e io non capisco nemmeno cosa stai veramente dicendo e se credi a quello che dici.

A quel punto tutti i colori e i sapori si mescolano, guardo le pareti e poi la tazza con la cioccolata, il vino, sento la musica come se fosse lontana, il lead sembra ora avere i bordi non più definiti. Non so se è l’effetto del vino o della situazione , ma sento le gambe molli, un po’ tremanti, la mia voce è diventata flebile, le mani che tengono la tazza con la cioccolata tremano e infatti tu ne accorgi e mi chiedi se va tutto bene. In effetti non so se va tutto bene, mi sento la persona giusta al posto giusto ma in un periodo sbagliato per entrambi! Cominciamo a parlare……

Gustiamo la cioccolata a piccoli dosi e anche il vino, o meglio io sorseggio e tu bevi in modo più deciso. Rimango di stucco quando lecchi tutta la ciotola della cioccolata per non lasciare nemmeno una traccia e mi dici “guarda sembra già passata nelle lavastoviglie”. La tua semplicità nei piccoli gesti, la tua sicurezza nel maneggiare gli oggetti con gesti calmi, il tuo accendere il video con gli Eagles mi fanno sentire a casa. Mi sento rilassata, a mio agio, mi accomodo su quel letto morbido e vedo la luce che entra dalle tende non perfettamente unite, mi sento  come in una cuccia calda, mentre le tue braccia mi tengono strette e tu mi dici un ciao così accogliente che a me sembra un lungo discorso.

Sono rilassata, non sento il peso del lavoro e la stanchezza della giornata, mi sento nel corpo e nella testa una energia che fatico a trattenere, infatti racconto e parlo e, contemporaneamente, sono esterrefatta dalle tue domande che si accavallano “ stai bene, sei a tuo agio, ti piace la cioccolata, bevi ancora un po’, io sto troppo bene…”. Le tue parole o meglio le tue domande diventano come una ninna nanna e io sprofondo tra le tue braccia e mi sento protetta, difesa, accudita.

Vivo questi attimi con la consapevolezza di essermi presa del tempo per me, per il mio palato, per il mio corpo e per la mia mente.

Sicura e tranquilla riprendo la mia auto, ripercorro la strada, guardo il cruscotto e i minuti passano veloci, guardo il cellulare e leggo il tuo sms “I miss you”, non mi sembra vero!

Dopo 10 minuti eccomi nel mio garage, ritorno nella mia precisione e perfezione pensando che quella stanza arancione non avrebbe potuto mai più ospitarmi. E invece ogni volta ritorno, con allegria ed entusiasmo per vivere un pezzo di vita tra musica, gioco, chiacchiere, vino e cibo. La cioccolata l’ho rimangiata un’altra volta, ma il cioccolato fondente che si scioglie in bocca lo porto ogni volta per il piacere di gustarlo insieme, mentre ci diciamo “presto inizieremo la dieta”!

La casa non nella prateria

Il divano è rimasto lo stesso, l’imbarazzo se ne è andato. Il piacere di chiacchierare è aumentato e gli occhi blu ridono e anche se chiusi trasmettono energia. Meno sorprendente ma appagante.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: