La valigia …

e i cambiamenti che porta con sé.

120351276
Viaggio verso la vita da adulta

La bipede ha sempre viaggiato spesso, con noi o con la scuola o per studiare in estate all’estero. E  la valigia è sempre stata una “attività” che coinvolgeva tutti. O meglio per molto tempo era la mia attività: preparavo, dividevo i capi, i prodotti per l’igiene, le scarpe, sistemavo, etc. Poi man mano che passavano gli anni lei ha avuto un ruolo sempre più attivo. E ora il mio ruolo è del tutto finito.

E’ partita per una settimana in Germania con la scuola, si è presa la valigia e non ha chiesto nulla. Ieri però mi sono permessa di ricordarle “Hai preso dall’armadio l’accappatoio da viaggio?” e lei “Sì certo mamma, so prendere quello che mi serve, non ti preoccupare ho tutto e anche la borsa per riporre le cose usate come da sempre mi hai insegnato, però ho un problema serio: non trovo il caricatore esterno del cellulare e senza di quello non posso stare fuori tutto il giorno, tutti i giorni per una settimana, ti rendi conto?”

Mi rendo conto che sta volando, come è giusto che sia, verso la sua vita da adulta. Mi rendo conto che per me resta sempre la mia cucciola. Mi rendo conto che le valigie e i contenuti sono decisamente cambiati.

E per finire mi rendo conto che la febbre non mi passa e così, mentre la bipede è via nessun topo in casa balla.

 

Annunci

Guardare con occhi diversi

La scorsa estate la bipede è stata in un college inglese e ha conosciuto molti ragazzi stranieri (soprattutto Tedeschi, gli Italiani non c’erano quasi, ovviamente il college era stato scelto per evitare di parlare in Italiano). La combriccola di giovani bipedi si era già ritrovata in ottobre a Berlino e questa settimana un bipede tedesco è venuto a Milano con i genitori. E’ stata una bella occasione per rivedersi e apprezzare Milano da turista.

Milano con occhi diversi
Milano con occhi diversi

Dopo  l’ufficio, l’altra sera, abbiamo fatto due passi in centro, con calma, guardando con occhi diversi, ammirando scorci e cortili, cena in una pizzeria , tante chiacchiere piacevoli. Alcune considerazioni mi sono sorte spontanee: 1) il padre del ragazzo è un famosissimo medico e professore tedesco e se fosse stato un italiano se la sarebbe tirata fino a Marte, invece assolutamente nulla,  2) nei negozi alla moda c’erano  solo  arabi e  qualche russo, del resto i prezzi erano a dir poco proibitivi 3) la città vista da turista ha un sapore diverso, magico 4) solo noi italiani abbiamo ferie (anche scolastiche ) accumulate ad agosto con poche possibilità di viaggiare quando i prezzi sono più bassi, 5) i rapporti internazionali mi sembrano ogni volta più stimolanti!

Un super abbraccio a tutti e BUONA PASQUA!

Io, Milano e Chagall

….ovvero una giornata fantastica. Eh sì ho telefonato, prenotato la guida e il principe e la bipede sono stati messi di fronte al fatto compiuto: visita al Palazzo Reale di Milano alla Retrospettiva su Chagall. Una giornata di sole iniziata con un pochino (ma poco eh…solo stivaletti un po’ tropo rock per me bipede semi vecchia, ma pazienza…ogni tanto si può fare) di shopping e poi ci siamo tuffati nei colori e nella lunga vita di Chagall: un pittore, una storia, i colori, un mondo nel quale la realtà e il sogno si confondono e si mescolano, dove non sempre deve esserci una spiegazione (non male è come idea?).

La passeggiata  - Marc Chagall
La passeggiata – Marc Chagall
Compleanno di Marc Chagall
Compleanno di Marc Chagall
Il gallo - Marc Chagall
Il gallo – Marc Chagall

Un uomo che ha saputo vivere e interpretare tutte le sfumature della vita.

E per concludere meglio la giornata ho invitato il principe ad invitarmi (proprio così non è un errore di scrittura), al ristorante giapponese MyShushi all’ultimo piano della Rinascente.

That’s life! Cultura, Milano, cibo nel relax delle vacanze, che sia stato un sogno?!

Idee per il blog…

…per il mio blog!

IoIo bipede curiosa e sempre attiva (tranne che per quello che è sport) ho pensato di far vivere un po’ di più il contenitore accendilavita, mettendo in modo libero tutto quello che mi accende. Così ho pensato di continuare a scrivere di me, come ho sempre fatto, aggiungendo qualche scatto di vita (senza magari troppe parole) perchè vorrei che fosse un contenitore più vivo, che viva con me la vita di tutti i giorni. (questa sono io o quasi…ho gli occhiali ma sono un po’ bionda).

libri a modo mioParallelamente ho creato un tag Books a modo mio dove parlerò dei libri che leggo, ma senza fare una recensione, solo trasmettendo spunti, riflessioni, emozioni che io ho vissuto leggendolo e in modo molto easy (sempre che ci riesca!).

Viaggi a modo nostroE con il desiderio di viaggiare di più, con il tag Travel a modo mio (e nostro) proverò a condividere emozioni legate ai viaggi, alle mostre, agli scorci delle città (che alla fine sarà soprattutto la mia città).

Beh alla fine potrebbe non cambiare molto?! Pazienza, ma mi piace l’idea della progettualità.. E se avete idee, desideri, suggerimenti ….io sono qui!

Una settimana fa….

IMG_6221 IMG_6150 IMG_6285…..partivamo per Berlino. Non conoscevo la città, non ci ero mai stata e forse perché non so il tedesco (per me anche vivere la lingua è importante) non avevo molte aspettative.

Cultura, avanguardia, libertà, relax adrenalinico, arte e storia (con tutte le implicazioni del caso), buon cibo, persone (amici e genitori della bipede) stupende, nessun segnale di crisi economica, informalità e disponibilità (tranne nei musei dove gli addetti sembravano la gestapo vestita a nuovo per modi e toni), strade larghissime anche nel centro storico (traffico incluso ma moderato), ordine, tempo stupendo (una rarità ci hanno spiegato).

Per me il viaggio, l’esperienza in sé del viaggio è sempre una esperienza che elettrizza, linfa vitale! 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: