Wapp…per sapere, per fare domande e (forse) avere risposte soddisfacenti.

Unknown

La bipede, dopo aver superato il test, ha deciso di iscriversi ad Economia. Sì perchè ora i test si fanno durante la quinta liceo…. Per prenotare il posto, occorre pagare un pezzo di prima rata e formalizzare  il tutto una volta conseguita la maturità. Così le ho chiesto se era proprio sicura, etc….., insomma le classiche domande da mamma (rompi). Lei ha detto che è decisa, che ha scelto un indirizzo che le piace e che è contenta. Io che pondero sempre troppo e penso e ripenso..ricordo di una conoscente che mi aveva detto che la nipote frequenta Economia proprio in quella Università. La chiamo e le chiedo il numero della ragazza. Dico alla bipede che avevo il numero e che sarebbe stato utile chiedere direttamente  a chi appunto già frequenta.

Passano giorni, ma la bipede non torna sull’argomento. Così oso chiedere “hai chiamato quella ragazza?”

“Chiamato? ma noi giovani non chiamiamo”

“E allora non hai chiesto nulla?”

“Certo che sì, via wapp. Ci siamo scritte, ha detto che è una università organizzata, che si studia molto, ma l’ambiente è  stimolante e i professori sono disponibili e non sono i vecchi baroni. E comunque io sono convita”.

“Ma scusa con wapp si mandano messaggi, non si parla bene!”

“Mamma noi parliamo con wapp, sei tu che devi usare la voce e chiami e chiedi e chiami e parli. Tutto tempo perso”

Sarà ,ma io sono rimasta ai vecchi sistemi e sto wapp mi serve solo per frasi veloci e non certo per “approfondire” alcuni concetti. Che sia il verbo approfondire il “problema”?!.

 

 

Annunci