C’è….

C’è di tutto e di più.

C’è il professionista che si impegna, quello che ha trovato l’eldorado, c’è il bello, il giovane che si crede bello, il meno giovane che si crede molto bello e prova a fare il piacione per la gioia di alcune donzelle, il meno giovane competente e il meno giovane molto poco competente,il giovane che sa farsi i fatti suoi, il meno giovane che è simpatico, il giovane che non ha voglia (e non fa nulla o quasi da settimane, anzi mesi, anzi anni), la ragazza cresciuta che  vive come un koala sulla pianta dei genitori, la ragazza cresciuta che legge , la ragazza simpatica, preparata, volonterosa (una unicità piuttosto che una rarità) che lavora per due ma che guadagna meno di chi è molto meno preparato (non è detto che cultura e preparazione paghino, anzi forse sono uno scoglio che offusca), c’è chi lavora per due e chi batte sulla tastiera, c’è chi lavora con entusiasmo e ci crede (mosche bianche che sono soffocate da quelle nere), ma soprattutto c’è uno sport che viene praticato come se non ci fosse un domani: il pettegolezzo, quello continuo, quello sussurrato alle orecchie (anche in presenza di altre persone), quello che viaggia via etere, via mail, via strumenti informatici, negli angoli dei corridoi, che occupa molto tempo durante la giornata “lavorativa” e che, talvolta, si connota per un battito continuo sulla tastiera del computer.

Solomon-Toilet_Roman_Lady.JPG

E per fortuna “c’è tutto un mondo intorno “che vivo ogni giorno, evviva il mondo, evviva la vita.

Nella prima bacheca c’è una pietra. Nella seconda bacheca un pezzo di osso frontale. Siamo venuti meno agli animali, Chi verrà meno di noi, Attraverso quale somiglianza: Il paragone di che con che cosa” . Wislawa Szymbosrska

Annunci

37 risposte a "C’è…."

Add yours

  1. Il pettegolezzo non e’ mai cosa buona, sa di cattiveria, non lo approvo ma purtroppo esiste, nell’ambiente lavorativo e’ davvero fastidioso, come le mosche, pero’ se hai l’attrezzo giusto le fulmini in un colpo solo, 😀 😀 😀 baci tesoro, buona giornata, qua c’e’ un sole stupendo, ❤

  2. il gossip o pettegolezzo, come lo si voglia chiamare – è come la gramigna. La estirpi ma ricresce più robusta e forte di prima.
    C’è poca da fare e poco da dire c’è e ci sarà. Basta cercare di avere le spalle forti.
    Dolce serata
    Un bacio

    1. Il pettegolo …dice di tutto e di più, sempre e comunque. Questo è sulle vite e sulle capacità lavorative degli altri…..meglio pensare che oggi è venerdì, buon we!

  3. gli sport si dividono sempre in due categorie, quella dei dilettanti e quella dei professionisti, il pettegolezzo, in quanto attività “sportiva”, non si sottrae a questa suddivisione, infatti esiste il pettegolezzo gratuito (amatoriale) e quello finalizzato (professionale). Ardua impresa stabilire quale dei due faccia più danni.

    ps: le donne simpatiche non esistono in natura, vivaddio, la donna deve essere tutto tranne che simpatica

      1. una donna intrigante ben se ne guarda dall’essere simpatica, ma poi, perché essere simpatici??? la simpatia è un concetto quasi mafioso, esporre il lato migliore per nascondere quello peggiore, è una debolezza. Guarda la Virginia Raffele, è una bella donna ma non è affatto simpatica, è perfida, fosse simpatica perderebbe fascino.

      2. mettiamola così, esiste un profondo solco tra l’essere simpatici e l’essere ironici o sarcastici. Negli anni passati questa era la distinzione tra popolo e borghesia. Il simpatico spara battute a muzzo per attirare l’attenzione e in qualche modo piacere a tutti i costi, l’ironico prima di parlare medita, coglie, penetra, colpisce di fioretto… ti pare una differenza da poco???

        la donna deve essere uno scrigno chiuso, misterioso, impenetrabile, altezzosa, sfuggente, magari pure stronza e zoccola ma MAI simpatica.

      3. è solo una considerazione estremizzata, senza cattiveria, io non sono né maschilista né misogino, semplicemente studio l’umanità. Quando scriverai qualcosa sugli uomini ti renderai conto della mia obiettività.

  4. Credo che spetti all’individuo scegliere da che parte stare.
    Se spettegolare significa non avere molto da dire, è preferibile cercare altrove… oppure leggere un buon libro!
    Per gli adolescenti è diverso. Spettegolare è una modalità dello stare insieme.
    Io ormai sono pensionata e non soffro di solitudine!
    Ciao Elena,buona notte!
    Nives

      1. Perché non mandi “a quel paese” quegli adulti “parlanti”? E te ne stai tranquilla dove hai “scelto” di lavorare e trascorrere molto tempo della tua vita?
        Mi sono trovata anch’io a dover scegliere “quale aria respirare”…scegliere cioè la qualità del mio tempo, e ho dovuto scegliere “la strada più difficile” ma che mi avrebbe portato a “respirare aria pura”!
        Ciao Elena!
        Nives

  5. Che tristezza il pettegolezzo, penso sempre che queste persone dovrebbero dedicare un po’ piu di tempo a se stesse cercando di migliorare la propria situazione piuttosto che malignare o giudicare quella degli altri. Piuttosto che vivere con pregiudizi e stereotipi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: