Tag

,

Dopo giorni di irrigidimento: collo. schiena, gambee dolore placato solo dai mitici antidolorifici, mi decido e vado dall’osteopata.

Mi sdraio, lei mi stropiccia leggermente e tocca i punti chiave, ma soprattutto mi fa riflettere sulla natura e sul luogo delle mie “contratture”.

“Deve lasciarsi scivolare le cose, pensi a se stessa, non pretenda troppo da se stessa, non è una più una ragazzina è nomale avere maggior necessità di ripresa, scarichi la tensione appena riesce” . (Ma posso anche mandare qualcuno a quel bel paese?)

Sul momento vedo (e non solo dato che mi è stato fatto notare)  tutti i miei 48 anni sulle spalle, sul collo, sulla schiena…ma poi  l’osteopata mi propone dei cerotti  che aiutano ad alleviare il dolore e mi fa scegliere il colore tra nero, grigio e rosa.  Io scelgo il rosa.  Tutta incerottata, mi son rivestita e ho pensato che il rosa mi dona e molto! Per il resto ….beh mi impegnerò anche a vedere rosa…e a trovare qualche bel paese nel quale mandare qualcuno!

Ma vie en rose

Ma vie en rose

Mantra serale: relax in pink!  

Annunci