Tag

, ,

Una “avventura” lavorativa. Ebbene sì parto con due colleghi, simpatici e allegri. Arriviamo a Parigi, nessun ritardo, tutto perfetto, volo tranquillo. Andiamo subito al noleggio auto (ovviamente auto prenotata per non perder tempo dato che sapevamo di atterrare alla sera) e ci dicono di aspettare 15 minuti. Nel frattempo l’avventura inizia…arrivano altri clienti e tutti hanno la loro auto e noi sempre “Attendez”. Per fortuna  ridiamo come matti soprattutto grazie ad un collega che è uno spasso! Dopo 1 ora e mezza meritiamo pure noi un’auto, via pronti, mettiamo il navigatore e le sorprese continuano. Non riusciamo ad impostare l’italiano, e non è che la lingua disponibile fosse francese o inglese, no eh …era cirillico. Chiediamo aiuto ma nemmeno il tipo della Hertz ci riesce. Dopo circa 30 minuti di prove, sembra che la lingua l’abbiamo trovata, mettiamo l’indirizzo (sapevamo essere a circa 50 minuti fuori Parigi) e il satellitare parla ma l’immagine sta ferma, beh pensiamo meglio di niente! Dopo circa 30 minuti

“Cavolo che bella zona”

“Veramente case stupende, tutto pulito, il satellitare dice che mancano due minuti, fermiamoci a cena e poi andiamo in hotel” (nel frattempo erano le 22 circa e io avevo fame!). Io non dico nulla ma penso “Che strano nessun cartello di città, nessuna periferia attraversata, come facciamo ad essere fuori Parigi, mah?!”

” Ma sì dai cerchiamo un posto…no un momento…ma quella lì è la tour Eiffel, come facciamo ad essere arrivati qui!”

La tour Eiffel dal finestrino dell'auto

La tour Eiffel dal finestrino dell’auto

A questo punto, la stanchezza e la simpatia dei colleghi ci porta a vaneggiare e a ridere (forse per il nervoso?), ma abbiamo riso così tanto che ad un certo punto non riuscivo più a parlare. Escono battute esilaranti tra l’idea del selfie e delle ostriche e champagne.

A quel punto impostiamo il satellitare del mio iphone e arriviamo alle 23 30 nella città predestinata. Ovviamente il ristorante dell’hotel è chiuso e così troviamo una trattoria italiana aperta….il cibo direi “pessimo”, la pulizia direi “inesistente”…..e finalmente alle 24 arrivarono in hotel…

Però il cielo sopra Parigi…uno spettacolo!

il cielo sopra Parigi

Annunci