Quanto tempo serve per decidere?

Direi che la risposta è soggettiva. Io di fronte alla scelta di  un nuovo progetto lavorativo ho prima pensato con il cuore, poi ho attivato la mia ragione da economista, ho analizzato tutti i pro e i contro, mi sono immedesimata nei due diversi contesti, ho fatto un film verso il futuro (sì perché ho immaginato la mia vita oltre il lavoro nei vari casi)  nelle due scelte lavorative, insomma ho pensato e rimuginato per giorni, al punto che ora son così stanca che non so più realmente riflettere con lucidità.

Sono le nostre scelte che ci mostrano chi siamo veramente, molto più delle nostre abilità.

Condivido questo pensiero di J.K. Rowling sperando davvero di poter essere me stessa anche quando mi troverò sul tavolo le due proposte scritte e formalizzate. Eh sì perché io ho cominciato a vagliare tutti gli aspetti prima ancora di avere tutti i dettagli dei nuovi progetti, consumando energia, tempo e facendo impazzire i miei poveri neuroni. Troppo in anticipo vero? E se ora che mi sono visionata tutte le ipotetiche possibilità lo scenario reale non l’ho previsto? Pensieri in gocce Ecco i miei pensieri sono come queste goccioline…limpide, chiare, trasparenti, peccato che la superficie della foglia sia molto ma molto più ampia! 

Annunci

31 risposte a "Quanto tempo serve per decidere?"

Add yours

  1. Io sono come te, rimugino mille volte prima di fare una scelta.. ma le cose migliori e ben fatte le ho fatte quando ho preso di petto la situazione e mi ci sono buttato. Certo, non è la ricetta per vincere sempre, magari quelle poche volte fin ora mi è andata di culo, pero’ ogni tanto bisogna lasciarsi andare, affidarsi all’istinto e al destino e provare, senza rifletterci troppo su.

  2. Non e’ facile Elena, posso capirti, io, per esempio, per lasciare il mio lavoro, anni fa, ci ho messo un anno, ho esaminato tutto, ho pensato con il cuore ma ho fatto anche i conti con lo stipendio che sarebbe mancato in casa, e non e’ poco, credimi! Adesso sono contenta della scelta che ho fatto, vedrai che sceglierai la proposta migliore , valuta tutto come stai gia’ facendo, sono sicura che poi sarai soddisfatta di te stessa! Un bacione cara, se si potesse scegliere facendo ambaraba cicci cocco’ con la certezza di non sbagliare, che dici, 🙂 buona serata, tvb, ❤

  3. Non conosco altro modo di agire se non quello che hai descritto: come te inizio a rimuginare ben prima di avere tutti gli elementi necessari a prendere una decisione. Certo è sfiancante, ma ti permette di avere il tempo di valutare scenari che altrimenti ti sfuggirebbero.
    In bocca al lupo!!!

  4. Io sono troppo istintiva e non riuscirei mai a far passare troppo tempo per decidere ma, probabilmente perchè sono sola, non ho figli, non ho famiglia e quindi devo decidere soltanto per me e Perla 😉 Un bacio con schiocco ❤

  5. Impossibile consigliarti, ogni scelta ha delle incognite. Il mio consiglio è sul “dopo”, ovvero: una volta presa la decisione non tornarci sopra, non pentirti e non rimuginarci su. In bocca al lupo 🙂

  6. Il tuo processo mentale è logico e naturale per me, perché l’ho sempre seguito senza mai pentirmi. Sempre scelte giuste? Non lo so ma per me una scelta vuol dire affrontare una strada senza mai voltarsi indietro e pensare se avessi operato una scelta differente.
    Ricordo un caso, non l’unico. Ero a Bolzano come responsabile di un grosso progetto, qualche mese prima del suo termine e di conseguenza il mio ritorno in sede, l’azienda mi propose di rimanere al loro interno. Ho ragionato per diversi giorni, ho discusso di tutto con mia moglie ma alla fine ho scelto il rientro, rinunciando all’opportunità. Una volta eseguita, non ci ho pensto più né allora né adesso. Di certo le nostre vite, parlo di mia moglie e mia figlia, sarebbe stata totalmente diversa. Meglio o peggio? Non lo so. Quello che so è che non mi sono mai pentito.
    Vedrai che anche tu sceglierai la proposta migliore o almeno quella che credi lo sia.
    PS il motivo della rinuncia è stato sottile: la prospettiva futura di carriera era un punto di domanda. Allora i posti di comando erano rigidamente suddivisi per etnie: tre tedeschi, un italiano e un ladino. E avevo molti italiani davanti da me. Eravamo perfettamente integrati (io non avevo problemi di lingua, mia figlia, unica italiana, frequentava la materna tedesca, mia moglie aveva stretto amicizia con altre signore tedesche e vivevo nel quartiere tedesco senza problemi) e questo non sarebbe stato un motivo di disagio.

  7. Hai vagliato tutto prima e hai fatto bene, ora attendi le proposte scritte, consultati coi tuoi cari e poi decidi. Vedrai che sarà la scelta giusta per te, per voi.

  8. Quando a te si apriranno tante strade e non saprai quale scegliere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuto al mondo, non farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora, resta in silenzio ed ascolta il tuo cuore. E quando ti parla, alzati e vai dove lui ti porta.
    …Va’ dove ti porta il cuore…questo è quello che ti suggerisco di fare ..segui la ragione …ma ascolta il cuore ..vedrai che che ti porta consiglio …Giusto! 😉
    Buona giornata ❤

  9. Io sono una che rimugina mille e mille volte…poi anche quando ha fatto la scelta, continua a chiedersi se è stata quella giusta….quindi credimi non sò consigliarti, ma ti auguro che la scelta che tu farai sarà la migliore…notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: