Tag

, ,

….eccomi alle prese con il riposo obbligato.

Mercoledì sera molto felice sono stata ad un corso che adoro, in una libreria che mi riempie il cuore (e ve ne parlerò meglio). E ho pensato “meglio andare anche se farò tardi, se domani resto sotto i ferri ho passato una bella serata, facendo qualche cosa che mi soddisfa”

IMG_6202Ieri in day hospital per un piccolo intervento. Il chirurgo molto simpatico mi ha detto “Ora signora le iniettiamo roba buona, vedrà come starà bene anche al risveglio”. E così è stato. Dolore poco, stato di apatica piacevolezza, un limbo dal quale però fatico a riprendermi.

Oggi a casa, riposto forzato, poco cibo e liquido, poche forze e mi sento come uno straccio schiacciato da un tir…e soprattutto non sono capace di godermi questa forzata assenza dall’ufficio. Possibile che alla mia età ancora non abbia imparato a gestire questa “ansia del dovere”?!

Advertisements