Tag

, , ,


…..come tutte le mattine ero pronta a salire sul treno, stesso treno, stesso tram ….andata e ritorno. Allora vivevo solo con il bipede uomo, niente quadrupedi, niente bipede figlia. Tanto lavoro, sempre lo stesso fino ad orari assurdi. Il treno decise di lasciarmi a piedi insieme ad una moltitudine di bipedi piuttosto “arrabbiati”. Accettai il passaggio di  una amica, “ un’ amica di treno” e  ci trovammo in  coda verso Milano, che stress !Era una spendida giornata di autunno con il  sole che riscaldava piacevolmente . Guardai quel sole,  la mia amica fece lo stesso e  mi disse: “ Andiamo al mare” ? 10 minuti dopo eravamo su ….. un’altra strada diretti a Varazze. Distese al sole ci raccontammo piacevolmente le nostre vite, un piatto di pesce verso l’una, due passi nelle viuzze del centro e poi via verso casa , che giornata meravigliosa ! Da amica “di treno” è diventata per me  amica vera. Da allora non ricordo più accadimenti come questo. Saper cogliere l’attimo non è cosa facile, vero ? Almeno per me non lo è (più)!

Advertisements