Esiste il libro del cuore?

In questi giorni, parlando con la bipede figlia, ci siamo messe a pensare al nostro libro preferito!

A me non ne è venuto in mente uno ma tanti o meglio, diversi a seconda del periodo della mia vita e dello stato d’animo di quel periodo. Non sono riuscita a trovare IL LIBRO del cuore.

E voi ne avete uno, due…?

 

Annunci

70 risposte a "Esiste il libro del cuore?"

Add yours

    1. Mi piace il tuo Blog😉 mi piace come scrivi! Per questo mi sono soffermata a leggere i tuoi post. Trasmetti calore ” tepore familiare” e questo è bellissimo! Brava! Non rinunciare a scrivere, se senti di poterlo fare. Inizia nei tuoi 5 minuti in bagno e poi, vedrai sarai alimentata a non smettere!!! Cmq , ad oggi il mio libro del cuore è ancora “venuto al mondo” di M.Mazzantini, poi sicuramente, ogni periodo di vita ha il suo! Ma questo arriva a toccare note della tua anima, prima a d’ora mai varcate! Un abbraccio! http://marilenainthekitchen.wordpress.com

      1. Solo oggi trovo la tua risposta. Scusami ma credo ci siano stati problemi con WP. Quel libro l’ho adorato! Grazie mille per le tue belle parole!

  1. è difficile … sono diversi … oddio! c’ho tanti cuori! OODDIO! AUMENTO DI POSSIBILITA’ D’INFARTO…ODDDDIOOOO!
    scherzo.
    Comunque è difficile …

  2. Ne ho letti troppi per averne uno del cuore ! Pero ne ho uno che mi è rimasto impresso nella mente ed è ” CUJO ” di Stephen King !!
    Forse perchè uno dei protagonisti è un bambino di 4 anni che alla fine del libro muore ,ma non sono mai riuscito a togliermelo dalla mente!
    Un caro abbraccio♥
    liù

  3. Uno sugli Indiani d ‘ America (ricordo ancora la copertina e le immagini illustrate); la loro vita nelle riserve, le loro tradizioni, ecc…. Mi ha salvato durante i primi giorni di liceo da una terribile figuraccia…………..

  4. Si! Il primo libro che ho letto “Una ragazza della Bosnia-Erzegovina”…questo perchè con lui è nata la mia passione per la lettura!
    Poi ci sono i miei libri del cuore perchè amo rileggerli, perchè mi trasmettono emozioni, per il semplice motivo che mi piacciono…e sono molti…primi fra tutti “La storia” di Elsa Morante (piango ogni volta che lo leggo!!!) e “Le ceneri di Angela” di Franck MCCourt.

  5. Urca che domanda complicata Elena, non credo di avere un libro da definirsi tale… ho provato i primi pruriti di interesse alla lettura sbellicandomi con Pelham Grenville Wodehouse, in fase di crescita mi son scontrato con un maturo Ferlinghetti… oggi, sempre invasi da tanta, ovunque, e troppa concettuosità, mi rilassa solo Camilleri! Ma giuro che un giorno ti sbalordirò….( se già non l’avessi fatto) 🙂

      1. Per carità… non auguro del male a nessuno, bastano quelli già esistenti… intendevo dire solo che, prima o poi, mi verrà in mente il vero libro del cuore!!! kiss

  6. Caspita, ne avrei più di uno. Ma pensando a quelli che mi hanno dato lo slancio nella lettura sono la serie dei libri del Corsaro Nero e di Sandokan che ho avuto in regalo ad uno ad uno dal fratello di mia madre in ogni ricorrenza e che conservo ancora.

  7. appena ho letto il tuo post ero pronta a commentare con un titolo, però in effetti… da bambina amavo “emily della luna nuova” (regalo della nonna), crescendo ho amato i romanzi di Edgar Allan Poe, in adolescenza il libro che mi ha aperto un mondo è stato “ogni cosa è illuminata”, per il momento invece… ne sto leggendo diversi e tutti mi piacciono a lot 🙂 tra 10 anni forse riuscirò ad eleggere il preferito di adesso.

  8. Difficile, davvero difficile avere un libro del cuore. Ne ho davvero molti, forse se dovessi sceglierne uno indicherei “Dracula” di Bram Stoker.
    Però ogni libro è un piccolo mondo a se stante, legato a particolari momenti della vita. Quello che ci piace oggi magari fra un annetto non ci piace più..

      1. Difficile dire, forse parlare di sentimenti, tradurre in parole quello che le donne provano ogni giorno! If you don’t understand I’ll traslate it in english! Best

  9. Concordo con Katy “La storia” di Elsa Morante e “Le ceneri di Angela” di Franck MCCourt, e ci aggiungo “Vino e Pane” di Ignazio Silone, “Se questo è un uomo” di Primo Levi e “Un sacchetto di biglie” di Joseph Joffo.

    Il primo mi ha insegnato cos’è la dignità,
    il secondo cos’è la povertà,
    il terzo la lotta per la libertà,
    il quarto cos’è l’umanità,
    il quinto cos’è l’infanzia e cosa significa crescere, improvvisamente, perché sì.

  10. a pensarci un attimo … secondo me non trovo un libro del cuore …ma sono le scene ..i personaggi… atmposphere ….colpi di scene … sentimenti e sensazioni … tutte cose diverse che mi rimangono nel cuore di ogni libro che leggo … fanno …. e continueranno a farmi un quadro …cosi’ misto di colori ..spaori …paesi … culture … passioni… diversi … tutti diversi … tutti nel cuore per sempre …

  11. Non credo che esiste, bipede madre. Come hai detto giustamente i libri sono tanti, gli scrittore pure. Quindi è corretto parlare di generi (e di conseguenza libri) e autori preferiti (e torniamo sempre al frutto dei bipedi scrittori).
    Buona serata
    Un abbraccio

  12. Mi piace moltissimo leggere e ogni libro mi lascia qualcosa, alcuni poi sembrano arrivare proprio al momento giusto.
    Ne cito due: “Il piccolo principe”di Saint_Exupéry e “Diario di Scuola” di Pennac

  13. “Alice nel paese delle meraviglie”, ho letto questo libro un’infinita’ di volte quando ero bambina, lo adoro. Adesso che sono grande ci sono autori che sono preferiti, ci sono libri legati a momenti particolari della mia vita, a stati d’animo, ma se dovessi pensare ad un libro del cuore non saprei davvero quale scegliere!

  14. Non dico titoli, ma autori. Sono due quelli che mi hanno accompagnato e che continuano a farlo in tutti i momenti della mia vita (sia positivi che negativi): Buzzati e Wilde!
    Un caro saluto Stefano

  15. D’istinto mi verrebbe da dire “Il piccolo principe” ma, pensandoci, il vero libro del cuore, quello che in assoluto ho letto più volte, è molto più frivolo: “La lettera d’amore” di Catheleen Schine. Che ci posso fare, sono un’inguaribile romantica!

    Buona giornata e a presto.

  16. Il mio libro del cuore? “Memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar, un libro che ti fa scoprire nuovi aspetti ogni volta che lo rileggi, un libro per capire il tempo che passa e l’importanza di vivere bene la propria vita. Con i ragazzini a scuola “Il piccolo principe” è sempre stato un testo dotato di magia, creava un’atmosfera speciale e una strana unione in tutti noi, io adulta e loro preadolescenti. Catapultati in tante diverse dimensioni, fuori e dentro di noi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: